Link Rapidi



UFFICIO TRIBUTI

Comune di Castellana-Grotte - Via Marconi, 9

ORARIO INVERNALE
martedì, giovedì, venerdì: 9.00 / 12.00
martedì: 15.30 / 17.30

ORARIO ESTIVO
martedì, giovedì, venerdì: 9.00 / 12.00
martedì: 16.00 / 18.00

CONTATTI
tributi@comune.castellanagrotte.ba.it
080 4900209 - 080 4900240

Tributi

L’Ufficio Tributi cura:
i rapporti con il soggetto esterno gestore dei tributi minori:

  • TARSUG - tassa rifiuti giornaliera, TOSAP - tassa occupazione spazi ed aree pubbliche, ICPDPA - imposta di pubblicità e diritti sulle pubbliche affissioni) e relativa attività di controllo;
  • la gestione dell’imposta comunale sugli immobili;
  • la gestione della tassa per lo smaltimento dei rifiuti solidi urbani;
  • il recupero di evasione ICI e TARSU;
  • l’attività di front office (sportello al pubblico per informazioni su tributi ICI e TARSU);
  • la gestione del contenzioso tributario.

 

I.C.I. (Imposta Comunale sugli Immobili)

Presupposto dell’imposta è il possesso - a titolo di proprietà, usufrutto, uso, abitazione, enfiteusi, superficie - di fabbricati ed aree fabbricabili, situati nel territorio comunale, a qualsiasi uso destinati, compresi gli immobili strumentali all’esercizio dell’attività professionale, artigianale o imprenditoriale, nonché quelli alla cui produzione o scambio è diretta l’attività dell’impresa.

 

Aliquote vigenti e detrazioni d’imposta

Aliquote vigenti:

  • abitazioni principali (cat. A1 - A8 - A9) 4‰
  • aree fabbricabili 4‰;
  • altri fabbricati 5‰

Detrazioni d’imposta:

  • € 103,29 per Abitazioni principali di categoria catastale A1, A8 e A9 elevata ad € 258,23 a favore dei pensionati ultrasessantenni alla data del 1° gennaio dell’anno di imposta, con reddito complessivo, ai fini fiscali, non superiore ad € 6.713,93968.


Ai fini dell’aliquota e della detrazione d’imposta l’unità immobiliare posseduta a titolo di proprietà o di usufrutto da anziano o disabile, che acquisisce la residenza in istituti di ricovero o sanitari a seguito di ricovero permanente, è equiparata all’abitazione principale come intesa dall’articolo 8, comma 2°, del D.Lgs. n. 504/92 e s.m.i. a condizione che la stessa sia mantenuta a disposizione del titolare del diritto, ovvero che non risulti locata.

Riduzioni d’imposta:
l’imposta é ridotta del 50% per i fabbricati dichiarati inagibili o inabitabili e di fatto non utilizzati, limitatamente al periodo durante il quale sussistono tali condizioni. L’inagibilità o inabitabilità é accertata dall’Ufficio Tecnico Comunale, con perizia a carico del proprietario. In alternativa, il contribuente può presentare dichiarazione sostitutiva dell’atto di notorietà, ai sensi del D.P.R. n. 445/00 e s.m.i., producendo idonea documentazione attestante la inagibilità dell’immobile, per il quale si richiede la riduzione d’imposta (ad esempio rilievo fotografico). In tal caso il Comune potrà effettuare idonei accertamenti, e riconoscere la riduzione d’imposta a partire dalla data di presentazione della dichiarazione sostitutiva di atto notorio.

Esenzioni:
sono esenti dal pagamento dell’ICI:

  • dall’anno 2008 l’abitazione principale (ad eccezione di quelle di categoria catastale A1, A8, e A9 per le quali continua ad applicarsi la detrazione di € 103,29), intendendo per abitazione principale quella nella quale il contribuente, che la possiede a titolo di proprietà, usufrutto o altro diritto reale di godimento o in qualità di locatario finanziario, e i suoi familiari dimorano abitualmente in conformità alle risultanze anagrafiche. La detrazione compete in parti uguali a tutti i possessori che dimorano nella stessa casa, indipendentemente dalle quote di possesso;
  • coloro che, a seguito di separazione legale, annullamento, scioglimento e cessazione degli effetti civili del matrimonio, non risultino assegnatari della casa coniugale; le unità immobiliari appartenenti alle cooperative edilizie a proprietà indivisa, adibite ad abitazione principale dei soci assegnatari;
  • gli alloggi regolarmente assegnati dagli IACP;
  • i terreni agricoli insistenti sul territorio comunale;
  • gli immobili utilizzati da Enti non commerciali, a condizione che gli stessi, oltre che utilizzati, siano anche posseduti dall’Ente non commerciale, secondo quanto previsto all’art. 73, comma 1, lettera c) del vigente Testo Unico delle Imposte sui redditi.
  • le Associazioni di volontariato di cui alla Legge n. 266/91, iscritte nell’apposito Registro Generale della Regione Puglia.


Il pagamento dell’I.C.I. va effettuato:

  • in unica soluzione dal 1° al 16 giugno;
  • in acconto dal 1° al 16 giugno ed a saldo dal 1° al 16 dicembre.

Come: può essere pagata a mezzo versamento sul conto corrente postale n. 57383069 intestato a “Comune di Castellana-Grotte Servizio Tesoreria - I.C.I. ordinaria”,  o presso la Cassa Rurale ed Artigiana - Credito Cooperativo di Castellana-Grotte, in quest’ultimo caso senza oneri per il contribuente. I correntisti della medesima Cassa Rurale ed Artigiana potranno effettuare il versamento anche mediante addebito in conto corrente. È possibile, inoltre, pagare il tributo a mezzo web con carta di credito, mediante accesso da apposita finestra sul sito Tributi on line istituzionale dell’Ente.

 

Dichiarazione I.C.I.

La dichiarazione I.C.I. va presentata nei soli casi di compravendita e successioni. Deve essere presentata entro il termine per la presentazione della dichiarazione dei redditi, limitatamente agli immobili siti nel territorio del Comune, per i quali, nel corso dell’anno precedente, si siano verificate modifiche nella soggettività passiva (consolidamento di usufrutto/nuda proprietà), oppure nella struttura o destinazione d’uso dell’immobile (variazioni catastali e nell’utilizzo dell’abitazione principale), che hanno determinato un diverso debito d’imposta. La stessa, deve essere consegnata direttamente all’Ufficio Tributi,il quale rilascerà apposita ricevuta, o può essere spedita, in busta chiusa, a mezzo posta, mediante raccomandata senza ricevuta di ritorno, all’Ufficio Tributi del Comune, riportando sulla busta stessa la dicitura “Dichiarazione I.C.I.”; in tal caso, la dichiarazione si considera presentata nel giorno in cui è consegnata all’ufficio postale. La spedizione può essere effettuata anche dall’estero, a mezzo lettera raccomandata o altro equivalente da cui risulti con certezza la data di spedizione. I cittadini italiani non residenti nel territorio dello Stato (iscritti regolarmente all’AIRE - Associazione Italiana Residenti all’Estero), sono tenuti al pagamento dell’I.C.I. relativa all’unità immobiliare posseduta a titolo di proprietà o di usufrutto in Italia, a condizione che non risulti locata, con aliquota al 4%.
Per tale unità immobiliare è concessa una detrazione d’imposta di e 103,29, proporzionalmente al periodo e alla quota di possesso. I cittadini residenti all’estero possono effettuare il versamento dell’Imposta in unica soluzione entro il 16 dicembre mediante vaglia internazionale di versamento intestato a “Comune di Castellana-Grotte - Servizio Tesoreria - I.C.I. ordinaria” e bollettino intestato alla Cassa Rurale ed Artigiana - Credito Cooperativo di Castellana Grotte.

 

Ravvedimento operoso

Nel caso di omesso o insufficiente versamento dell’imposta dovuta, alle scadenze prima indicate, il contribuente può regolarizzare la propria posizione, sempre che l’Ufficio non abbia già avviato procedure di accertamento, utilizzando l’istituto del ravvedimento operoso.
In tal caso la sanzione è ridotta:

  • a 1/12 se il pagamento è eseguito entro 30 giorni;
  • a 1/10 se il pagamento è eseguito entro il termine previsto per la presentazione della dichiarazione dei redditi.

La sanzione ridotta va versata contestualmente alla regolarizzazzione del pagamento del tributo o della differenza, se dovuti, nonché al pagamento degli interessi moratori, calcolati al tasso legale con maturazione giorno per giorno. Il contribuente deve utilizzare lo stesso bollettino dell’I.C.I. ordinaria, debitamente compilato.

 

 

T.A.R.S.U.

Tassa per lo Smaltimento Rifiuti Solidi Urbani Interni

La tassa è dovuta da coloro che occupano o detengono stabilmente locali ed aree scoperte, a qualsiasi uso adibiti, nelle zone del territorio comunale in cui è attivo il servizio. Presupposto di tassazione è pertanto il semplice utilizzo o detenzione di un immobile indipendentemente dalla circostanza della produzione o meno di rifiuti,  rilevando in tal senso la potenzialità nella produzione del rifiuto.

Denunce: tutti i titolari ed i locatari di immobili o di aree su immobili tassabili siti nel territorio comunale, devono presentare, entro il 20 gennaio dell’anno successivo, da quello in cui è intervenuta l’occupazione, apposita denuncia all’Ufficio Tributi.
La denuncia è valida anche per gli anni successivi, se non intervengono modifiche. In caso contrario il contribuente è sempre tenuto a denunciare ogni variazione entro il 20 gennaio dell’anno successivo a quello in cui è intervenuta la variazione. Riscossione: il pagamento della tassa può avvenire o in un’unica soluzione, oppure in tre rate bimestrali, le cui date vengono indicate nell’avviso bonario di pagamento che il contribuente riceve presso la propria residenza.

Modalità di pagamento:
presso gli uffici postali, utilizzando i bollettini di conto corrente postale n. 57383119 intestati a “Comune di Castellana-Grotte Servizio Tesoreria - RSU ordinaria”, allegati all’avviso di pagamento, corrispondenti o al totale o alle singole rate;
presso la Cassa Rurale ed Artigiana - Credito Cooperativo di Castellana-Grotte, senza oneri per il contribuente. I correntisti della medesima Cassa Rurale ed Artigiana di Castellana Grotte, potranno effettuare il versamento anche mediante addebito in conto corrente. È possibile, inoltre, pagare il tributo a mezzo web con carta di credito, mediante accesso da apposita finestra sul sito istituzionale dell’Ente.

Riduzioni in vigore dall' 31/3/2008:
A norma del vigente regolamento comunale per l’applicazione della TARSU, quest’ultima è ridotta:

  • del 30% per abitazioni con unico occupante, del 33,33% ad uso stagionale o ad uso non countinuativo, ma ricorrente.
  • del 20% in favore di pensionati ultrasessantenni (alla data del 1° gennaio dell’anno di riferimento) con reddito complessivo, ai fini fiscali, non superiore a 6.713,93968 euro;
  • del 10% per attività economiche, produttive e di servizi per le quali gli utenti dimostrino, esibendo idonea documentazione, di essere nelle condizioni previste dall’art.  67/2° comma del D.Lgs. 507/93, e attività che hanno stipulato contratti con altri gestori di smaltimento rifiuti (falegnamerie, autocarrozzerie, autofficine per riparazione  veicoli, gommisti, autofficine di elettrauto, distributori di carburante, rosticcerie, pasticcerie, lavanderie ...);
  • del 5% per abitazione destinataria di compostiera, nell’ambito della proposta progettuale del bacino ATO BA/5, per il potenziamento della raccolta differenziata; agevolazioni in base alla distanza dal cassonetto.


Sono esenti dal pagamento dalla stessa gli immobili occupati dalle associazioni di volontariato di cui alla legge 266/91, iscritte nell’apposito registro generale della Regione Puglia, per le finalità e le attività di cui agli artt. 1 e 2 della stessa legge.

Tabella T.A.R.S.U.

 

 

T.O.S.A.P. Tassa Occupazione Spazi ed Aree Pubbliche

La tassa è dovuta per le occupazioni di qualsiasi natura, effettuate, anche senza titolo, nelle strade, nei corsi, nelle piazze e, comunque, sui beni appartenenti al demanio o al patrimonio indisponibile dei Comuni e delle Province. Il titolare dell’atto di concessione o di autorizzazione o, in mancanza, l’occupante di fatto, anche abusivo, effettua il versamento in proporzione alla superficie effettivamente sottratta all’uso pubblico. Dichiarazione e versamento: per le occupazioni permanenti di suolo pubblico, i soggetti interessati devono presentare al Comune apposita denuncia entro trenta giorni dalla data di rilascio dell’atto di concessione e, comunque, non oltre il 31 gennaio dell’anno successivo in cui è partita la concessione.
La denuncia va effettuata utilizzando gli appositi modelli predisposti e messi a disposizione degli utenti presso i relativi uffici. L’obbligo della denuncia non sussiste per gli anni successivi, sempre che non si verifichino modifiche nelle occupazioni che determinano una variazione del tributo. In mancanza di modifiche, iI versamento della tassa deve essere effettuato ogni anno entro iI mese successivo all’approvazione del Bilancio Comunale.

Come: il pagamento deve essere effettuato mediante versamento a mezzo conto corrente postale n. 56295264 intestato a “Servizio Affissioni, Pubblicità e Tosap - Comune di Castellana Grotte - Gestione I.C.A. s.r.l.”.
Per le occupazioni temporanee il versamento deve essere effettuato entro il termine delle stesse, ritirando gli appositi bollettini presso l’ufficio preposto della suddetta società sito in via Latorre, 5b.

Occupazioni permanenti - Tariffe:

  • passi carrabili € 11,10 al mq;
  • concessione segnale divieto di sosta per passo carrabile € 6,20;
  • tende da sole € 6,66 al mq.


Occupazioni temporanee
Tariffe per l’esercizio dell’attività edilizia:

  • fino a 15 gg. € 0,77 al mq;
  • fino a 30 gg. € 0,39 al mq;
  • oltre 30 gg. (con convenzione) € 0,194 al mq.


A norma del Regolamento TOSAP, in presenza di manifestazioni aventi ampia valenza e rilevanza sociale, culturale e turistica, l’Amministrazione Comunale può, su  richiesta degli operatori, con apposito e motivato atto deliberativo, disporre l’esenzione dal pagamento della tassa.

 

ICPDPA imposta comunale sulle pubblicità e diritti sulle pubbliche affissioni

È soggetta all’imposta sulla pubblicità, la diffusione di messaggi pubblicitari effettuata attraverso forme di comunicazione visive o acustiche, diverse da quelle assoggettate al diritto sulle pubbliche affissioni, in luoghi pubblici o aperti al pubblico. Dichiarazione e versamento: il soggetto interessato, entro il 31 gennaio, prima di iniziare la pubblicità, deve presentare al Comune apposita dichiarazione nella quale devono essere indicate le caratteristiche, la durata della pubblicità e l’ubicazione dei mezzi pubblicitari utilizzati. La dichiarazione della pubblicità annuale ha effetto anche per gli anni successivi, ma va ripresentata nel caso in cui si verifichino modificazioni degli elementi dichiarati.

Tale pubblicità si intende prorogata con il pagamento della relativa imposta effettuato entro iI mese successivo all’approvazione del bilancio comunale. La denuncia di cessazione va presentata entro il 31 gennaio.

La tariffa dell’imposta è ridotta alla metà nel caso di:

  • pubblicità effettuata da associazioni, fondazioni ed ogni altro ente che non abbia scopi di lucro;
  • pubblicità relativa a manifestazioni politiche, sindacali e di categoria, culturali, sportive, filantropiche e religiose, da chiunque realizzate, con iI patrocinio o la  partecipazione degli enti pubblici territoriali;
  • pubblicità relativa a festeggiamenti patriottici, religiosi, a spettacoli viaggianti e di beneficenza.


Come si paga: il pagamento dell’imposta deve essere effettuato mediante versamento a mezzo di conto corrente postale n. 56298185 intestato a “Servizio Affissioni, Pubblicità e Tosap - Comune di Castellana Grotte - Gestione I.C.A. s.r.l.”

Tariffe:

  • insegne non luminose € 13,43 al mq;
  • insegne luminose € 26,86 al mq;
  • locandine per 30 gg., dal 10 ottobre al 31 maggio: € 1,34 ca. dal 10 giugno al 30 settembre: € 1,68 ca.

 

SERVIZIO AFFISSIONI, PUBBLICITÀ E T.O.S.A.P.
Gestione ICA Srl - Via Michele Latorre, 5b
70013 Castellana-Grotte (Ba)

ORARIO
da lunedì al venerdì: 9.00 / 13.00 - 15.00 / 17.30

CONTATTI
tributi@comune.castellanagrotte.ba.it
080 4965833


Servizio delle pubbliche affissioni

Il servizio garantisce l’affissione in appositi spazi di manifesti contenenti comunicazioni aventi finalità istituzionali, sociali o economiche. Almeno tre giorni prima dell’affissione, una specifica imposta.
Il versamento va effettuato a mezzo conto corrente postale n. 56298185 intestato a “Servizio Affissioni, Pubblicità e Tosap - Comune di Castellana Grotte - Gestione  I.C.A. s.r.l.” ritirando gli appositi bollettini presso l’ufficio del concessionario I.C.A. s.r.l.

Tariffe:
fino a 49 manifesti

  • dal 10 ottobre al 31 maggio:€ 2,04 ca.
  • dal 10 giugno al 30 settembre: € 2,57 ca.


da n. 50 manifesti

  • dal 10 ottobre al 31 maggio: € 1,36 ca.
  • dal 10 giugno al 30 settembre€ 1,70 ca.


fino a 2 poster per 10 giorni di affissione:

  • dal 10 ottobre al 31 maggio: € 81,81 ca.,
  • dal 10 giugno al 30 settembre: € 102,26 ca.;
  • dal 10 ottobre al 31 maggio: € 106, 35 ca.;
  • dal 10 giugno al 30 settembre:€ 132,93 ca.;
  • da 3 poster per 10 giorni di affissione:
  • dal 10 ottobre al 31 maggio € 196,35 ca.;
  • dal 10 giugno al 30 settembre € 245,43 ca;
  • da 3 poster per 15 giorni di affissione:
  • dal 10 ottobre al 31 maggio € 255,24 ca.;
  • dal 10 giugno al 30 settembre € 319,02 ca;
  • manifesto per necrologio: € 1,02 ca.;


diritto di urgenza: € 25,82.

A norma del regolamento comunale, in presenza di manifestazioni aventi ampia valenza e rilevanza sociale, culturale, turistica e sportiva, l’Amministrazione Comunale  può, su richiesta degli organizzatori, con apposito e motivato atto deliberativo, disporre l’esenzione dal pagamento dell’imposta.

 

 

Agevolazioni tributarie per il centro storico

Allo scopo di restituire al centro storico cittadino decoro e vivibilità, con apposito regolamento comunale sono state previste agevolazioni di natura tributaria in favore degli interventi di recupero dell’edilizia e delle attività commerciali, artigianali e di servizi esistenti nella zona.

AGEVOLAZIONI TRIBUTARIE PER IL CENTRO STORICO
Il relativo regolamento comunale è consultabile sul sito www.webifel.it digitando Castellana Grotte nell’apposito campo di ricerca.

 

Agevolazioni I.C.I.

I proprietari che eseguano interventi volti al recupero di unità immobiliari abitative inagibili o inabitabili o interventi finalizzati al recupero di immobili adibiti ad abitazione di interesse storico o architettonico beneficiano di una aliquota ICI pari a quella applicabile in via ordinaria per la medesima unità immobiliare, ridottadi un punto percentuale.
L’aliquota agevolata è applicabile per tre anni dall’inizio dei lavori.
Le opere devono essere ultimate nel termine, non prorogabile, di validità del permesso a costruire o DIA. Le agevolazioni si applicano anche agli interventi già in corso alla data dell’01/01/2005, con decorrenza 01/01/2005 e per la durata di tre anni.

Come: per ottenerla l’interessato deve presentare domanda presso l’Ufficio Tributi.

 

Agevolazioni per interventi di recupero dell’edilizia

TOSAP: in caso di occupazione temporanea di aree pubbliche è riconosciuta l’agevolazione pari alla riduzione del 100% della tariffa per l’occupazione di spazi ed aree pubbliche (fino ad un massimo di 120 giorni).
ICI: i locali di proprietà degli operatori commerciali beneficiano, ai fini ICI, dell’aliquota minima di legge prevista per le abitazioni principali. L’aliquota agevolata è applicabile per i tre anni successivi all’avvio dell’attività.

Le stesse agevolazioni si applicano anche alle attività commerciali già avviate alla data dell’01/01/2005. In tal caso, l’aliquota agevolata si applica con decorrenza 01/01/2005 e per la durata di tre anni.

Come: per ottenerla l’interessato deve presentare domanda presso l’Ufficio Tributi.

 

Agevolazioni per le attività commerciali

TOSAP: le attività commerciali, ad avviarsi o a regime alla data dell’01/01/2005, che realizzano occupazione temporanea e permanente di spazi ed aree pubbliche,  beneficiano dell’agevolazione pari alla riduzione del 100% della tariffa TOSAP.
L’agevolazione è concessa a far data dall’effettiva occupazione e per i due anni successivi.
Sono ammesse al medesimo beneficio anche le occupazioni realizzate per il commercio su aree pubbliche, sulla base del vigente Piano Commerciale Comunale.
TARSU: gli immobili da adibirsi o già adibite allo svolgimento di attività commerciali alla data dell’01/01/2005, beneficiano della riduzione della tassa sullo smaltimento dei rifiuti solidi urbani nella misura del 100% a far data dall’effettiva occupazione e per i due anni successivi.
La domanda per fruire dei benefici deve essere presentata entro il 20 gennaio successivo all’inizio dell’occupazione.
ICI: i locali in proprietà di coloro che svolgono attività commerciali godono, ai fini ICI, dell’aliquota minima di legge prevista per le abitazioni principali.
L’aliquota agevolata è applicabile per i tre anni successivi all’avvio dell’attività.
L’agevolazione spetta anche alle attività già avviate alla data dell’01/01/2008. In tal caso, l’aliquota agevolata è applicabile con decorrenza 01/01/2008 e per la durata di tre anni.

Come: per ottenerla l’interessato deve presentare domanda presso l’Ufficio Tributi.

 

Agevolazioni per le attività artigianali e di servizi

(con esclusione delle attività di cui alla Sez. M della classificazione ATECO 2007)
TOSAP: le attività artigianali e di servizi (ad avviarsi o già a regime alla data dell’1.1.2008) che realizzano occupazione temporanea e permanente di spazi ed aree pubbliche beneficiano dell’agevolazione pari alla riduzione del 100% della tariffa TOSAP.
L’agevolazione è concessa a far data dall’effettiva occupazione e per i due anni successivi.
TARSU: gli immobili di proprietà di coloro che svolgono attività artigianali e di sevizi godono della riduzione della tassa sullo smaltimento dei rifiuti solidi urbani nellamisura del 100% a far data dall’effettiva occupazione e per i due anni successivi. La domanda per fruire dei benefici deve essere presentata entro il 20 gennaio  successivo all’inizio dell’occupazione.

Come: per ottenerla l’interessato deve presentare domanda presso l’Ufficio Tributi.