Link Rapidi



UFFICIO AGRICOLTURA

Comune di Castellana-Grotte - Via Marconi, 9

ORARIO INVERNALE
dal lunedì al venerdì: 9.00 / 12.30
martedì e giovedì: 15.30 / 17.00

ORARIO ESTIVO
dal lunedì al venerdì: 9.00 / 13.00
martedì: 16.00 / 18.30

CONTATTI
agricoltura@comune.castellanagrotte.ba.it
080 4900227

Ufficio Agricoltura

Contributi agricoltura

Il Comune eroga dei benefici contributivi e creditizi, a seguito di calamità naturali a ristoro del mancato raccolto delle produzioni o per danni alle strutture agrarie, agli  aventi diritto, previa istruttoria delle pratiche da parte del Comune e delle Provincia, a seconda della competenza territoriale.

I benefici contributivi consistono nella  corresponsione agli aventi diritto delle somme di danaro a fondo perduto in base alle percentuali di danno subito dalle colture calamitate e riveniente dall’istruttoria di ciascuna pratica.

I benefici creditizi consistono nelle erogazioni di somme di credito agrario nei limiti delle somme rivenienti dall’istruttoria delle varie pratiche, ovvero, per le somme che  eccedono il contributo a fondo perduto, con delle percentuali di interesse agevolato, in parte a carico della Regione Puglia, e con un abbuono del 40% del predetto credito agrario, a carico sempre della Regione.

Quando: il Comune prima di essere riconosciuto calamitato, viene sottoposto a verifiche ed accertamenti, subito dopo gli eventi avversi, da parte dei tecnici  dell’Ispettorato Provinciale all’Agricoltura di Bari, i quali riferiscono all’assessore regionale stilando una relazione tecnica di superamento della soglia di danno avverso e  chiedendo l’emanazione del decreto di declaratoria di avversità al Ministero dell’Agricoltura e Foreste. Dopo l’emanazione del decreto di riconoscimento da parte del  Ministero dell’Agricoltura sulla Gazzetta Ufficiale della Repubblica, li aventi diritto hanno 45 giorni di tempo per presentare le relative domande al Comune. Le domande  vengono istruite dal Comune o dalla Provincia di Bari secondo la competenza territoriale. Tutti i benefici concessi sono enunciati dai vari decreti ministeriali i quali fanno  riferimento alle leggi in materia e fra queste la legge 185/92, modificata dal d.l. 13.9.2002 n. 200, convertito in legge 13.11.2002 n. 256.

Erogazione: le provvidenze  contributive vengono erogate ai Comuni o alle Province dopo il completamento dell’intera istruttoria, da parte della Regione Puglia, e subito dopo da questi ai vari  beneficiari. Il tempo varia da due o tre anni dopo l’evento avverso.
I Comuni o le Province, ricevuti i contributi regionali, ed approvati gli atti di liquidazione, emettono i mandati di pagamento a favore degli aventi diritto presso le varie  tesorerie, le quali pagano direttamente i relativi contributi, mentre i crediti vengono sottoscritti direttamente presso le varie banche prescelte dagli stessi aventi diritto ed  indicate nelle domande.